Giustizia Civile: come accedere con uno smartphone o con un tablet

È possibile consultare lo stato di un procedimento civile in due modi:

  1. attraverso un accesso pubblico,
  2. attraverso un accesso riservato.

Accesso pubblico (o anonimo)

Il primo metodo, accesso pubblico, è fruibile a questo indirizzo: Giustizia Civile

Considerato che si tratta di un database accessibile a tutti, naturalmente, è possibile ottenere solo poche informazioni, sempre che si conosca già il numero di ruolo generale o della sentenza che definisce il procedimento civile.

Con le stesse limitazioni è possibile consultare lo stato dei processi civili anche con l’applicazione Giustizia Civile

Tale applicazione funziona sia con iOS (iPhone, iPad), sia con Android:

Accesso riservato

Il secondo metodo, accesso riservato, consente di consultare tutti gli eventi del procedimento e di scaricare i documenti contenuti nel fascicolo telematico.

L’indirizzo per accedere è questo: http://pst.giustizia.it/PST/

Per farlo è necessario essere costituiti nel procedimento (parte, avvocato, consulente) ed utilizzare la firma digitale.

Purtroppo, la maggior parte degli smartphone e dei tablet, pur consentendo di firmare un documento con il sistema della firma digitale remota, non permette di utilizzarla per accedere al link sopra riportato.

Soluzione proposta dalla Regione Toscana

La Regione Toscana ha implementato un metodo alternativo per consentire l’accesso riservato.

Infatti, oltre all’accesso con firma digitale CNS è possibile accedere anche con SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), utilizzabile anche su smartphone e tablet.

Il punto di accesso della Regione Toscana è il seguente: https://www.giustizia.toscana.it/cancelleriatelematica

Di seguito, sono illustrati i passaggi per entrare nell’area riservata con l’iPad.

Cliccare su “Entra con SPID”
Inserire le credenziali
Inserire il codice temporaneo OTP
Cliccare su “Autorizza”
Cliccare su “Accedi”
Scegliere il tipo di ricerca