Tassazione dei servizi elettronici: normativa applicabile

Quale normativa regola la tassazione dei servizi di telecomunicazione, di teleradiodiffusione e i servizi elettronici?

La direttiva europea 2006/112/CE prevede che

a decorrere dal 1º gennaio 2015 tutti i servizi di telecomunicazione, di teleradiodiffusione e i servizi elettronici siano tassati nello Stato membro in cui il destinatario è stabilito o ha l’indirizzo permanente o è abitualmente residente («Stato membro di consumo»), a prescindere dal luogo di stabilimento del soggetto passivo che presta tali servizi

Leggi tutto “Tassazione dei servizi elettronici: normativa applicabile”

E-commerce: fatturazione nel commercio elettronico indiretto

Chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate in materia di E-Commerce indiretto (fatturazione, scontrino, ricevuta)

L’Agenzia delle Entrate ha esaminato il caso tipico di commercio elettronico in cui “la transazione commerciale avviene in via telematica ma il cliente riceve la consegna fisica della merce a domicilio secondo i canali tradizionali, ossia tramite vettore o spedizioniere” (cfr. risoluzione 21 luglio 2008, n. 312/E, risoluzione 15 novembre 2004, n. 133/E), ed è giunta alla seguente conclusione.

Ai fini Iva, le operazioni di commercio elettronico indiretto sono assimilabili alle vendite per corrispondenza e, pertanto, non sono soggette all’obbligo di emissione della fattura (se non richiesta dal cliente non oltre il momento di effettuazione dell’operazione), come previsto dall’articolo 22 del d.P.R. n. 633 del 1972, né all’obbligo di certificazione mediante emissione dello scontrino o della ricevuta fiscale ai sensi dell’articolo 2, lettera oo), del d.P.R. 21 dicembre 1996, n. 696.

I corrispettivi delle vendite devono, tuttavia, essere annotati nel registro previsto dall’articolo 24 del d.P.R. n. 633 del 1972.

Agenzia delle Entrate, risoluzione n. 274 del 5/11/2009

Leggi tutto “E-commerce: fatturazione nel commercio elettronico indiretto”