Morosità incolpevole: blocco degli sfratti e aiuti economici

Quando sussiste la morosità incolpevole?

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI
DECRETO 14 maggio 2014
Attuazione dell’articolo 6, comma 5, del decreto-legge 31 agosto
2013, n. 102, convertito, con modificazioni dalla legge 28 ottobre
2013, n. 124 – Morosita’ incolpevole. (14A05481)
(GU n.161 del 14-7-2014)

Art. 2

Criterio di definizione di morosita’ incolpevole

1. Per morosita’ incolpevole si intende la situazione di
sopravvenuta impossibilita’ a provvedere al pagamento del canone
locativo a ragione della perdita o consistente riduzione della
capacita’ reddituale del nucleo familiare.
2. La perdita o la consistente riduzione della capacita’ reddituale
di cui al comma 1 possono essere dovute ad una delle seguenti cause:
perdita del lavoro per licenziamento; accordi aziendali o sindacali
con consistente riduzione dell’orario di lavoro; cassa integrazione
ordinaria o straordinaria che limiti notevolmente la capacita’
reddituale; mancato rinnovo di contratti a termine o di lavoro
atipici; cessazioni di attivita’ libero-professionali o di imprese
registrate, derivanti da cause di forza maggiore o da perdita di
avviamento in misura consistente; malattia grave, infortunio o
decesso di un componente del nucleo familiare che abbia comportato o
la consistente riduzione del reddito complessivo del nucleo medesimo
o la necessita’ dell’impiego di parte notevole del reddito per
fronteggiare rilevanti spese mediche e assistenziali.

La morosità incolpevole può condizionare l’esecuzione degli sfratti?

In data 21/11/2014  sul sito ufficiale di Roma Capitale è stato pubblicato il seguente annuncio:

Gli sfratti per morosità a Roma sono bloccati almeno fino al 31 gennaio. E’ arrivata la conferma del Prefetto che, grazie all’approvazione della nostra delibera che avvia le procedure per il riconoscimento della morosità incolpevole, si è impegnato a non concedere la forza pubblica

Morosità_incolpevole_blocco_sfratti_Roma

Come si ottiene il contributo per le ipotesi di morosità incolpevole?

2014_11_23_Domanda_contributo_morosità_incolpevole

Normativa relativa alla morosità incolpevole

DECRETO-LEGGE 31 agosto 2013, n. 102
Disposizioni urgenti in materia di IMU, di altra fiscalita’
immobiliare, di sostegno alle politiche abitative e di finanza
locale, nonche’ di cassa integrazione guadagni e di trattamenti
pensionistici. (13G00145)
Vigente al: 23-11-2014
TITOLO I
DISPOSIZIONI IN MATERIA DI IMU, DI ALTRA FISCALITA’
IMMOBILIARE, DI SOSTEGNO ALLE POLITICHE ABITATIVE E DI FINANZA
LOCALE

Art. 6.

(Misure di sostegno all’accesso all’abitazione e al settore
immobiliare)

(…)

5. E’ istituito presso il Ministero delle infrastrutture e dei
trasporti un Fondo destinato agli inquilini morosi incolpevoli, con
una dotazione pari a 20 milioni di euro per ciascuno degli anni 2014
e 2015. Le risorse del Fondo possono essere utilizzate nei Comuni ad
alta tensione abitativa che abbiano avviato, entro la data di entrata
in vigore della legge di conversione del presente decreto, bandi o
altre procedure amministrative per l’erogazione di contributi in
favore di inquilini morosi incolpevoli. Con decreto del Ministro
delle infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il Ministro
dell’economia e delle finanze, sentita la Conferenza permanente per i
rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e
Bolzano, le risorse assegnate al Fondo di cui al primo periodo sono
ripartite tra le regioni e le province autonome di Trento e di
Bolzano. Con il medesimo decreto sono stabiliti i criteri e le
priorita’ da rispettare nei provvedimenti comunali che definiscono le
condizioni di morosita’ incolpevole che consentono l’accesso ai
contributi. Le risorse di cui al presente comma sono assegnate
prioritariamente alle regioni che abbiano emanato norme per la
riduzione del disagio abitativo, che prevedano percorsi di
accompagnamento sociale per i soggetti sottoposti a sfratto, anche
attraverso organismi comunali. A tal fine, le prefetture-uffici
territoriali del Governo adottano misure di graduazione programmata
dell’intervento della forza pubblica nell’esecuzione dei
provvedimenti di sfratto.((5))
6. All’articolo 2, comma 23, primo periodo, del decreto legge 29
dicembre 2010, n. 225, convertito con modificazioni dalla legge 26
febbraio 2011, n. 10, le parole: “tre anni” sono sostituite dalle
seguenti: “sei anni”.

————-
AGGIORNAMENTO (5)
Il D.L. 28 marzo 2014, n. 47, convertito con modificazioni dalla L.
23 maggio 2014, n. 80, ha disposto (con l’art. 1, comma 2) che “La
dotazione del Fondo destinato agli inquilini morosi incolpevoli,
istituito dall’articolo 6, comma 5, del decreto-legge 31 agosto 2013,
n. 102, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 ottobre 2013,
n. 124, e’ incrementata di 15,73 milioni di euro per l’anno 2014, di
12,73 milioni di euro per l’anno 2015, di 59,73 milioni di euro per
l’anno 2016, di 36,03 milioni di euro per l’anno 2017, di 46,1
milioni di euro per ciascuno degli anni 2018 e 2019 e di 9,5 milioni
di euro per l’anno 2020”.